Scuola di Astronomia, parte il modulo su Relatività, Meccanica quantistica e Cosmologia

Martedì 11 aprile alle ore 20:30 prenderà il via presso la sede dell’Istituto europeo di ricerca spaziale (ESRIN) dell’Agenzia spaziale europea (ESA) di Frascati il modulo teorico avanzato “Relatività, Meccanica quantistica e Cosmologia” previsto nell’ambito dell’edizione 2016/2017 della Scuola di Astronomia organizzata dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA). Il modulo si articola in sei lezioni frontali che si svolgeranno all’ESA- ESRIN di Frascati tutti i martedì dall’11 aprile al 23 maggio alle ore 20:30.

Ad aprire e introdurre il nuovo modulo sarà Paolo De Bernardis, astrofisico e professore ordinario presso il Dipartimento di fisica dell’Università La Sapienza di Roma. “Nella conferenza si discuteranno diverse evidenze osservative di interesse cosmologico, mettendo in luce il legame tra l’infinitamente piccolo e l’infinitamente grande, che si esplica in modi diversi ma ineludibili”, afferma De Bernardis. “Si evidenzierà la necessità di utilizzare teorie appropriate, quali la meccanica quantistica per l’infinitamente piccolo, e la relatività generale per l’infinitamente grande, per descrivere con successo i fenomeni osservati. Ci si concentrerà sul paradosso di Olbers, che si risolve tenendo conto dell’evoluzione delle stelle (legata a processi marcatamente quantistici, quali le reazioni nucleari che avvengono nelle loro parti centrali), e del redshift, che si descrive solo grazie alla relatività generale, assumendo una espansione continua dell’universo a grandi scale – prosegue l’astrofisico – Ci si concentrerà infine sull’universo primordiale, sull’ipotesi del big-bang caldo, e in particolare su bariogenesi e asimmetria barioni-antibarioni: processi tipicamente quantistici, che spiegano due delle evidenze più macroscopiche del nostro universo: la predominanza della radiazione rispetto alla materia, e la predominanza della materia rispetto all’antimateria”.

Le altre lezioni del modulo sui temi delineati da De Bernardis nella conferenza introduttiva, particolarità della nuova edizione della scuola di astronomia, saranno tenute da altri autorevoli esponenti della ricerca scientifica: Catalina Curceanu, primo ricercatore dell’Istituto nazionale di fisica nucleare – laboratori nazionali di Frascati e membro del Consiglio scientifico dell’ATA, Nicola Menci, ricercatore presso l’Osservatorio Astronomico di Roma – Istituto nazionale di astrofisica e Roberto Piazzesi, ricercatore presso il Dipartimento di fisica dell’Università di Roma Tor Vergata.

La Scuola di Astronomia, giunta alla sua XIII edizione iniziata a ottobre 2016, è organizzata dall’ATA per fornire un’ampia formazione nel campo delle scienze fisiche e astronomiche a tutti coloro che risultano interessati e senza pregresse conoscenze in materia. La scuola rientra tra le attività promosse dall’ATA per favorire la diffusione della cultura scientifica e, in particolare, per avvicinare un pubblico sempre più vasto allo studio e alla comprensione delle tematiche cosmologiche. I corsi della scuola, tenuti da ricercatori ed esperti del settore presso la sede dell’ESA – ESRIN di Frascati e presso l’Osservatorio F. Fuligni di Rocca di Papa, sono riconosciuti dal Ministero dell’istruzione, dell’Università e della ricerca e valgono pertanto al fine dell’aggiornamento professionale del personale docente. I moduli in cui è strutturata la scuola sono tra loro complementari ma indipendenti e costituiscono nel loro insieme un percorso completo di introduzione all’astronomia.

L’ultimo modulo della scuola: il secondo applicativo, dedicato alle tecniche di imaging e misura digitale, prenderà invece il via giovedì 11 maggio presso l’Osservatorio Franco Fuligni di Rocca di Papa. I moduli avanzati pratici offrono ai corsisti l’occasione di imparare facendo attraverso l’utilizzo della strumentazione sociale e sotto la guida degli esperti dell’ATA.

Le prenotazioni (obbligatorie) al modulo teorico avanzato devono essere eseguite ENTRO (e non oltre) il 9 aprile inviando una mail a segreteria@ataonweb.it

Per ulteriori informazioni consulta la pagina: http://lnx.ataonweb.it/wp/scuola-di-astronomia-2016-2017/

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *