Al via “Il Cielo di Roma”: astronomia, citizen science e natura nel Parco dell’Appia Antica

il_cielo_di_roma_1

Osservazione delle stelle e del cielo con potenti telescopi, escursioni notturne, ascolto degli ultrasuoni dei pipistrelli, osservazione della flora e della fauna al microscopio, astrofotografia, conferenze sotto un cielo stellato artificiale, laboratori sui meteoriti. Sono solo alcune delle attività previste nell’ambito dell’iniziativa ad accesso gratuito “Il Cielo di Roma 2017” in programma dal 2 al 4 giugno nel Parco Regionale dell’Appia Antica (ex Cartiera Latina, via Appia Antica 42, Roma). L’iniziativa, giunta alla sua seconda edizione, è organizzata dalla Direzione Ambiente e Sistemi Naturali della Regione Lazio con la collaborazione del Parco Regionale dell’Appia e con il patrocinio dell’Unione Astrofili Italiani (UAI).

Accompagnati da esperti naturalisti, astrofisici, astrofili e divulgatori scientifici, e armati di binocolo e reflex, i partecipanti all’evento potranno immergersi nella natura del parco dell’Appia Antica e approfondire la conoscenza della sua flora, della sua fauna e del cielo in tutte le sue manifestazioni. Sarà possibile l’osservazione sia notturna che diurna del cielo attraverso potentissimi telescopi. Tra i soggetti coinvolti, l’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA) e l’Accademia delle Stelle, responsabile di laboratori e conferenze a cura dell’Astrofisico Paolo Colona. Altre conferenze saranno tenute da vari esperti dell’Istituto nazionale di astrofisica – Osservatorio astronomico di Roma, dell’Associazione Romana Astrofili (ARA) e di altre istituzioni e associazioni. Inoltre sarà possibile assistere alle interessanti lezioni di astronomia nel Planetario – Lab a cura dell’Università di Roma Tre e Speak Science.

“Il Cielo di Roma 2017” sarà anche l’occasione per affrontare il delicato tema dell’inquinamento luminoso, spesso sottovalutato anche dalle amministrazioni locali competenti per l’attuazione della normativa regionale.  Tale forma di inquinamento non comporta solo una limitazione nella fruizione del cielo stellato da parte degli appassionati e di tutta la cittadinanza, ma ha anche effetti molto nocivi sui sistemi biologici.

Da non perdere i due richiestissimi appuntamenti con l’astrofisico e divulgatore scientifico Gianluca Masi, direttore del Virtual Telescope Project e curatore scientifico del Planetario e Museo astronomico di Roma. Il primo appuntamento è sabato 3 giugno alle ore 20:30 con la conferenza – concerto “Cosmic Odyssey: il racconto dell’Universo da parte di Gianluca Masi sarà accompagnato dalle immagini riprese dal Virtual Telescope e dalla musica elettronica in esecuzione “live” a cura di Emanuele Brizioli e Gianluca Meloni. Il secondo appuntamento è domenica 4 giugno alle ore 12:00 con la conferenza dal titolo “Crociera nel cielo profondo: l’Universo dal deserto dell’Arizona” in occasione della quale sarà possibile effettuare una vera e propria escursione nel cielo notturno grazie alle riprese ottenute dal Virtual Telescope con il telescopio del Tenagra Observatories situato nell’Arizona Meridionale, a sud di Tucson.

Sabato 3 alle ore 10:30 si terrà un altro appuntamento imperdibile: il “Bioblitz in bicicletta” con “Vivere da Sportivi” e con l’Associazione Italiana Cultura e Sport (AICS). I partecipanti all’attività avranno a disposizione una guida naturalistica su due ruote, che li condurrà alla scoperta della biodiversità del Parco. In programma numerose altre attività, laboratori ed escursioni per osservare e studiare la fauna e flora del parco.


Per maggiori informazioni e per consultare il programma completo collegarsi al link: http://www.parchilazio.it/news-2196-csmon_life_il_cielo_di_roma_2017

You may also like...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>