Osservatorio Fuligni, il 9 marzo l’Astroincontro sulle onde gravitazionali

Alle onde gravitazionali, scoperta del secolo, valsa ai suoi autori il premio Nobel per la fisica 2017, sarà dedicato l’Astroincontro di venerdì 9 marzo all’Osservatorio “Fuligni” di Rocca di Papa. L’evento divulgativo scientifico si inserisce nel fitto calendario di Astroincontri in Osservatorio promossi dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) per favorire la scoperta del cosmo e diffondere interesse verso l’astronomia.

L’evento sarà inaugurato da una presentazione divulgativa a cura della ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Sabrina D’Antonio, che illustrerà la natura e le caratteristiche delle onde gravitazionali, gli strumenti usati per la loro osservazione, l’importanza del loro studio e l’incredibile storia della loro scoperta. Le onde gravitazionali, teorizzate da Einstein nel 1915, sono increspature nel “tessuto” dello spaziotempo, perturbazioni del campo gravitazionale, prodotte da un cataclisma astrofisico nell’universo profondo. Il 14 settembre 2015, a 100 anni dalla previsione dello scienziato, è stato captato il primo segnale di onda gravitazionale prodotto dalla fusione di due buchi neri dall’antenna LIGO. Da allora altre catastrofi cosmiche hanno fatto vibrare le antenne LIGO e VIRGO con un’oscillazione infinitesimale, la cui ampiezza è pari a un millesimo del diametro di un protone. La scoperta eccezionale apre una nuova finestra sul cosmo segnando così l’inizio dell’astronomia multimessaggio.

Alla presentazione divulgativa seguirà l’osservazione, a occhio nudo e con il telescopio della cupola, di tutti gli oggetti celesti visibili sotto la guida degli esperti operatori dell’Associazione. “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico interesse ed entusiasmo”, sottolinea il Presidente dell’ATA Luca Orrù. L’Osservatorio “Fuligni”, nel cuore del parco dei Castelli Romani, si configura inoltre come location d’eccezione per l’osservazione astronomica.

L’evento del 9 marzo sarà quindi un’ottima occasione per approfondire la conoscenza del nostro meraviglioso Universo e sarà seguito da numerosi altri Astroincontri, per adulti e bambini, dedicati ad altre appassionanti tematiche astronomiche. L’appuntamento è, come sempre, il venerdì sera alle ore 21:00 all’Osservatorio “Fuligni”.


Per maggiori informazioni e per prenotare consultare il link: http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *