Bambini alla scoperta delle stelle al Parco astronomico di Rocca di Papa

L’astronomia è a misura di bambino al Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa. Venerdì 15 febbraio alle ore 21:00 i più piccoli potranno scoprire tutte le caratteristiche delle stelle e i loro affascinanti nomi e poi osservarle al telescopio, come dei veri astronomi. L’evento scientifico si colloca nel fitto calendario di Astroincontri organizzati dall’Associazione Tuscolana di Astronomia per avvicinare il pubblico di adulti e bambini alla conoscenza del nostro meraviglioso Universo.

Sarà la Dott.ssa Antonietta Guerrieri, esperta operatrice dell’Associazione e Responsabile delle attività didattiche, ad illustrare ai bambini, utilizzando un approccio metodologico basato sulla scoperta, come sono fatte le stelle, i loro colori e l’origine dei loro affascinanti nomi. Verranno mostrate e commentate spettacolari foto di stelle, dai nomi molto curiosi. Per finire, l’esperta parlerà dei raggruppamenti di stelle e fornirà esempi di note costellazioni. Nel corso della conferenza i bambini potranno rivolgere domande all’esperta e soddisfare così tutte le proprie curiosità.

L’esperienza di conoscenza delle stelle proseguirà nel giardino del Parco astronomico, dove i bambini e i loro accompagnatori adulti potranno osservare le stelle e tutti gli oggetti celesti visibili a occhio nudo e al telescopio sotto la guida dell’operatore e Presidente dell’Associazione Luca Orrù e dell’operatore Antonio Appolloni. “Scoprire e osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili, sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico grande interesse ed entusiasmo”, sottolinea Orrù.

Tra gli oggetti celesti visibili, la costellazione di Orione, protagonista del cielo in direzione meridionale, con le tre stelle allineate della cintura e i luminosi astri Betelgeuse e Rigel. Più in alto troviamo le costellazioni del Toro con la rossa Aldebaran, la costellazione dell’Auriga con la brillante stella Capella e i Gemelli con le stelle principali Castore e Polluce. A sinistra in basso rispetto ad Orione, nella costellazione del Cane Maggiore, brilla la nota Sirio, la stella più luminosa del cielo. Ancora più in alto, verso sinistra, la raffigurazione della caccia è completata dal Cane Minore, dove risplende Procione. Verso ovest, nelle prime ore della sera, è possibile veder tramontare le costellazioni autunnali di Andromeda, del Triangolo, dei Pesci e dell’Ariete.

La serata è al COMPLETO

Per maggiori informazioni e per prenotare consultare il link:

http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-parcoastronomicogratton/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *