Luca Orrù è il nuovo Presidente dell’UAI

Il Presidente dell’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA) Luca Orrù è stato eletto Presidente dell’Unione Astrofili Italiani (UAI). L’elezione è avvenuta in occasione del 52º Congresso dell’UAI che si è svolto a Bologna dal 17 al 19 maggio.

“Amici Astrofili, da quest’oggi avrò l’onore e l’onere di presiedere l’Unione Astrofili Italiani, la galassia della passione astrofila, come recita il nostro nuovo motto”, ha dichiarato il neo Presidente. “Galassia, a simboleggiare il desiderio e la volontà di aggregare armonicamente singoli soci ed associazioni, insieme per dare sempre più forza al nostro sodalizio .  Passione, per non dimenticare mai cosa davvero ci motiva nel portare avanti la missione di promozione e tutela della “cultura del cielo” nella società. Un rinnovato impegno che si baserà sul tanto lavoro fatto in questi ultimi anni, ma che ha l’ambizione di voler andare oltre, rinnovare e rilanciare ancora più profondamente il nostro sodalizio!
Voglio subito esprimere un pensiero di sincera gratitudine e stima all’amico Mario Di Sora, dal quale prendo il testimone, così come ai consiglieri che ci hanno accompagnato in questi anni e terminano qui il loro impegno.
E naturalmente…. augurare buon, anzi, “ottimo” lavoro a tutti i nuovi consiglieri e fiduciari eletti nel nuovo Consiglio Nazionale. Saremo una bella squadra !
Un enorme plauso agli amici della Associazione Astrofili Bolognesi che hanno organizzato un eccellente 52° Congresso: non potevamo affidarci a cure migliori, e così dense di storia e significato per l’astrofilia italiana.
Grazie infine a tutti i soci che hanno voluto esprimere la loro partecipazione con il voto o contribuire attivamente ai lavori congressuali e assembleari: a voi, e a tutti, ricordo che solo insieme potremo fare davvero «grande» la nostra Unione Astrofili Italiani!

You may also like...

1 Response

  1. GIUSEPPE MITTIGA ha detto:

    Nell’augurare un Buon lavoro al caro amico Luca Orrù, e conoscendo l’impegno, la tenacia e la dedizione che finora a profuso a piene mani in tutte le delicate mansioni che gli abbiamo affidato, sono certo che farà altrettanto nel nuovo e meritato incarico della presidenza dell’U.A.I.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *