L’ATA partecipa alla Maker Faire Rome

La Maker Faire Rome, il più grande evento nazionale sull’innovazione, in programma dal 18 al 20 ottobre alla Fiera di Roma, vedrà la partecipazione dell’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA). Negli stand espositivi dell’Unione Astrofili Italiani (UAI), di cui l’ATA è una Delegazione territoriale, i soci operativi dell’Associazione, insieme ad altri esperti astrofili, mostreranno al pubblico gli strumenti innovativi per fare ricerca e divulgazione astronomica.

Maker Faire Romeè un progetto promosso dalla Camera di Commercio di Roma e organizzato dalla sua Azienda Speciale Innova Camera, nato per celebrare la cultura del “fai da te” in ambito tecnologico. A Maker Faire Rome si danno appuntamento appassionati di tecnologia, artigiani digitali, scuole, università, associazioni, educatori, hobbisti, centri di ricerca, artisti, studenti e imprese per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte. In che modo? A Maker Faire l’innovazione è alla portata di tutti attraverso percorsi esperienziali in cui i visitatori, compresi i più piccoli, sono parte integrante della manifestazione stessa.

Tante le attività proposte dagli esperti astrofili dell’UAI nell’ambito della Maker Faire Rome, per l’intera durata della manifestazione, per spiegare al pubblico di adulti e bambini l’innovazione nel campo dell’astronomia amatoriale. Nell’ottica di favorire la diffusione di una cultura scientifica senza barriere, gli astromakers del Programma Nazionale di Attività di Divulgazione Inclusiva allestiranno uno stand con strumenti astronomici progettati per persone con disabilità fisiche e mentali. In particolare, nello stand saranno esposti telescopi modificati per l’osservazione in carrozzina, strumenti tattili per la spiegazione delle stagioni e per la comprensione delle dimensioni dei pianeti, dei loro pesi e delle distanze, un mini planetario tattile e dispositivi per ascoltare le meteore. Il pubblico sarà invitato a toccare e usare questi strumenti, che si sono rivelati molto utili per spiegare efficacemente concetti astronomici anche alle persone “normodotate”.

Un altro stand a cura dell’UAI sarà invece dedicato al Sole e agli orologi solari. Tramite strumenti come la sfera omotetica della Terra o mappamondo parallelo verrà spiegato al pubblico il  funzionamento degli orologi solari e la differenza del tempo nei vari fusi orari. Il pubblico si potrà poi cimentare nella costruzione di meridiane e di un plinto di Tolomeo.

Grazie agli astromaker dell’UAI sarà inoltre possibile imparare a usare un telescopio remotizzato. In un apposito stand verrà infatti spiegato al pubblico come progettare e costruire in luoghi bui un piccolo osservatorio astronomico personale, a controllo remoto, soluzione che molti astrofili adottano per sfuggire al crescente inquinamento luminoso delle città.

Offerto al pubblico, infine, un workshop dal titolo “Dalle immagini astronomiche al dato scientifico” a cura dell’esperto dell’UAI Lorenzo Franco, autore di oltre 80 articoli scientifici su asteroidi e stelle variabili. L’esperto spiegherà al pubblico come gli astrofili studiano gli oggetti celesti e come estraggono dati e informazioni utili alla ricerca astronomica dalle immagini riprese dai telescopi.

Per maggiori informazioni sull’evento consultare il link: www.makerfairerome.eu

Astromakers del passato: Sole e orologi solari: https://2019.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=506

Astromakers e le Stelle per tutti: https://2019.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=504

Astromakers: telescopi robotici amatoriali: https://2019.makerfairerome.eu/it/espositori/?ids=412

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *