La Vergine e le sue Galassie a perdita d’occhio

Mappa non disponibile

Data / Ora
Date(s) - 07/05/21
20:45 -- 22:15

Categorie


Un viaggio nell’Universo alla velocità della luce tra stelle, pianeti e galassie, per scoprire tutti i loro segreti e per osservarli da vicino con grande dettaglio con la guida insostituibile di esperti, stando comodamente seduti sulla propria poltrona di casa. Non è fantascienza, ma realtà. E’ il nuovo format di eventi divulgativi scientifici online – intitolato “Il cielo in una stanza: avventure tra mito e galassie” – ideato dall’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA) per avvicinare il pubblico di adulti e bambini all’affascinante mondo dell’astronomia, per accorciare le distanze in tempo di distanziamento sociale e per far provare a tutti l’irrinunciabile emozione della scoperta dell’Universo.

Venerdì 7 maggio alle 20:45 è in programma l’evento online “La Vergine e le sue Galassie a perdita d’occhio” dell’iniziativa “Il cielo in una stanza: avventure tra mito e galassie” sulla piattaforma di web conference GoToMeeting. Il tour virtuale del cielo sarà scandito da presentazioni di taglio divulgativo sugli oggetti celesti e da osservazioni “live” degli astri con il telescopio a controllo remoto del Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa, il nostro occhio puntato verso il cielo! Solo in caso di maltempo, saranno proiettate immagini di repertorio riprese dallo stesso telescopio.

“La Vergine è il sesto segno dello zodiaco e senza dubbio una delle costellazioni più antiche e misteriose, perché rassomiglia ben poco a una forma umana – spiega l’esperto dell’ATA Marco Tadini, relatore della conferenza – Nelle raffigurazioni viene generalmente dipinta in posizione eretta o di fianco, con i piedi a est, mentre solleva un fascio di grano nel braccio destro, ove è posta Spica, la sua stella più brillante. Per i Greci simboleggiava l’integrità della Terra, non ancora contaminata dalla decadenza, mentre gli Egizi vi ravvisarono la dea Iside e si racconta che ella avesse formato la Via Lattea lanciando in cielo milioni di chicchi di frumento. Nel Medioevo – prosegue l’esperto – la Vergine venne poi ovviamente identificata dai cristiani con Maria. La Vergine contiene un enorme ammasso di galassie (il cosiddetto “Ammasso della Vergine”), distante circa 65 milioni di anni luce, tra i quali alcune classificate come oggetti di Messier e visibili con piccoli telescopi, quindi soggetti ideali per le attività astrofile. Si tratta di un tipico ricco ammasso di galassie, con circa 1500 membri, il membro più massiccio del Superammasso Locale, il super-gruppo cui appartiene anche il nostro Gruppo Locale e, con esso, la nostra Via Lattea”.

Per far parte dell’equipaggio e viaggiare alla scoperta del cosmo occorre semplicemente effettuare la prenotazione. L’accesso agli eventi è gratuito.


 Per partecipare è obbligatorio prenotarsi ENTRO le ore 18:00 di venerdì 7 maggio compilando il modulo sottostante.

E’ possibile effettuare la propria prenotazione compilando il modulo sottostante:

  • se sei GIA’ registrato al nostro sito, per prenotarti devi prima accedere (tasto ACCEDI dal menu sopra) e poi andare sulla pagina dell’evento di tuo interesse
  • se NON ti sei mai registrato è sufficiente compilare il form sottostante.

L’attività ON-LINE è libera e gratuita fino ad esaurimento posti.

La mail conferma della prenotazione (si prega di controllarne la ricezione anche nella cartella SPAM) conterrà il link (da cliccare) e le istruzioni per accedere alla conferenza on-line.


SOSTIENICI

Anche se questi incontri sono gratuiti, il tuo contributo per il sostegno del Parco Astronomico, sarà molto gradito. Grazie!  Fai una piccola donazione oppure diventa nostro Socio 🙂


Bookings


You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *