Il tempo nella scienza e nell’esperienza umana, se ne parla all’Osservatorio Fuligni

Il tempo è una dimensione con la quale noi tutti conviviamo in ogni momento e che pensiamo di conoscere. Con il suo scorrere inesorabile e inarrestabile affligge e condiziona l’esistenza umana. Ma vale veramente la pena preoccuparsi e affannarsi tanto nel correre dietro al tempo? Forse no e il motivo, di natura scientifica, verrà chiarito in occasione dell’Astroincontro del 4 maggio (ore 21:00) all’Osservatorio “Fuligni” di Rocca di Papa. L’evento divulgativo si inserisce nel fitto calendario di Astroincontri in Osservatorio promossi dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) per diffondere la cultura scientifica.

“Nell’Astroincontro si parlerà del concetto di tempo sotto molteplici aspetti: si chiarirà cos’è il tempo e quando ha avuto inizio per la religione e per la scienza. Si definirà inoltre cosa rappresenta il tempo per ognuno di noi, per i filosofi e i letterati del passato”, spiega il Dott. Paolo Paliferi, esperto operatore dell’Associazione e relatore dell’Astroincontro. “Verranno passati poi in rassegna i vari strumenti per la misura del tempo: i calendari e gli orologi antichi e moderni, come i calendari a cielo aperto nei siti archeologici, per comprendere il concetto di tempo nelle civiltà antiche”. L’Astroincontro sarà anche l’occasione per delineare le varie modalità di rappresentazione del tempo nell’arte, nella filosofia e nella musica. Per finire si parlerà del concetto di tempo nella fisica e, in particolare, secondo la teoria della relatività di Einstein per giungere a conclusioni davvero inaspettate.

Al termine della presentazione divulgativa sul tempo il pubblico potrà ammirare, sotto la guida degli operatori dell’Associazione, il cielo notturno a occhio nudo e al telescopio della cupola dell’Osservatorio, location d’eccezione per l’osservazione astronomica. “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico interesse ed entusiasmo”, sottolinea il Presidente dell’ATA Luca Orrù.

L’Astroincontro del 4 maggio si configura quindi come un intrigante viaggio nella natura del tempo, per esplorare uno dei temi più interessanti e dibattuti dall’uomo. Nei venerdì sera successivi si terranno altri Astroincontri dedicati ad altre appassionanti tematiche astronomiche. In programma, eventi rivolti ai più piccoli, incontri con ricercatori per approfondire argomenti attuali di grande rilevanza scientifica, appuntamenti su temi legati alla passione astrofila e le night star walks: le passeggiate notturne nei dintorni dell’Osservatorio per ammirare il cielo stellato.


Per ulteriori informazioni e per prenotare consultare il link: http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *