Missione Voyager, all’Osservatorio “Fuligni” un incontro per conoscerla

La missione Voyager, che continua a regalarci immagini mozzafiato del nostro Universo e a fornirci dati importantissimi sulla sua natura, sarà al centro dell’Astroincontro di venerdì 15 settembre all’Osservatorio astronomico “Franco Fuligni” di Rocca di Papa. L’evento divulgativo scientifico rientra nel fitto calendario di Astroincontri all’Osservatorio promossi dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) per favorire la scoperta del cosmo e diffondere interesse verso l’astronomia.

L’Astroincontro sarà inaugurato da una presentazione sui 40 anni della missione Voyager a cura di Rino Cannavale, referente degli eventi divulgativi ed esperto operatore dell’ATA. Alla presentazione seguirà la consueta osservazione guidata degli oggetti celesti visibili a occhio nudo e con il telescopio principale presente nella cupola dell’Osservatorio. Un momento importante ed emozionante che gode sempre di grande successo, come sottolinea il Presidente dell’ATA Luca Orrù: “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili, sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico grande interesse ed entusiasmo”.

Tanti gli oggetti su cui potranno essere puntati i telescopi, come segnala l’Unione Astrofili Italiani (UAI). Giove e Saturno, protagonisti dei cieli serali per molti mesi, a settembre rimangano visibili ma si riduce per loro il tempo a disposizione per l’osservazione. Si può seguire il pianeta con gli anelli a sud-ovest sull’orizzonte occidentale nel corso delle prime ore della sera. Anche Giove, nella costellazione della Vergine, è osservabile poco dopo il tramonto del Sole per un breve intervallo di tempo. A essere visibile per gran parte della notte è invece Urano: il pianeta compare a est nel corso delle prime ore della notte e culmina a sud nel corso della seconda parte della notte. Anche Nettuno, all’opposizione il 5 settembre, è osservabile per l’intera notte. Lo si può individuare a est dopo il tramonto del Sole, al culmine a sud intorno alla mezzanotte e a sud-ovest nelle ultime ore della notte. Visibile a sud all’inizio della notte Plutone, poi sempre più basso sull’orizzonte a sud-ovest. Per quanto riguarda le costellazioni, nelle prime ore della sera sarà possibile scorgere sull’orizzonte lo Scorpione, il Sagittario, l’Ofiuco ed Ercole. Più a nord-ovest tramonta invece la brillante stella Arturo, nella costellazione del Bootes. Tra gli oggetti più spettacolari del profondo cielo, il cosiddetto “doppio ammasso del Perseo” tra Perseo e Cassiopea. 

L’Astroincontro del 15 settembre sarà quindi un’occasione unica per conoscere tutte le curiosità relative alla missione Voyager e per dilettarsi nell’osservazione del cielo notturno. L’evento sarà seguito da numerosi altri Astroincontri dedicati ad altre appassionanti tematiche dell’astronomia. In calendario serate incentrate su argomenti legati alla passione astrofila, incontri con ricercatori ed esperti volti ad approfondire tematiche attuali e di grande rilevanza scientifica, eventi riservati ai più piccoli e ai loro accompagnatori adulti e le night star walk: le passeggiate notturne lungo i sentieri dei Pratoni del Vivaro per osservare il cielo al riparo da fonti di inquinamento luminoso sempre in compagnia degli esperti dell’ATA. L’appuntamento è ogni venerdì sera alle ore 21:00 all’Osservatorio “Fuligni” di Rocca di Papa.


Per consultare il programma compelto degli Astroincontri e per prenotare collegarsi al link: http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *