Osservatorio Fuligni, il 6 aprile l’astronomia incontra la musica

Stella, fammi scrivere parole che la mia bocca non sa dire. Così cantava il grande Lucio Dalla e nel suo celebre brano “Stella” l’astro luminoso diventa musa ispiratrice per il cantautore e compagna consolatrice. Da sempre l’astronomia, con il suo fascino, è fonte di ispirazione per musicisti e cantanti: brani musicali dei più svariati generi sono accomunati da riferimenti alle scienze astronomiche, ai corpi celesti o, semplicemente, alle atmosfere evocate dall’oscurità e da un cielo stellato. Proprio al perfetto connubio astronomia – musica sarà dedicato l’Astroincontro “Stelle sul pentagramma: quando la musica parla del cosmo” del 6 aprile (ore 21:00) all’Osservatorio “Fuligni” di Rocca di Papa.

L’evento divulgativo scientifico si inserisce nel fitto calendario di Astroincontri in Osservatorio promossi dall’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA) con lo scopo di favorire la scoperta del cosmo e di diffondere interesse verso l’astronomia.

A inaugurare l’Astroincontro sarà la presentazione sul legame tra astronomia e musica a cura di Rino Cannavale, esperto operatore dell’ATA e responsabile degli eventi divulgativi. “La regolarità dei moti celesti ha da sempre influenzato la musica. Non a caso spesso si usa la locuzione musica celestiale – afferma l’esperto – Ma nella storia della musica quali sono gli autori e le composizioni che parlano espressamente di astri e cosmo o sono stati da questi ispirati? Nell’Astroincontro del 6 aprile faremo una carrellata di alcuni degli esempi più eclatanti di questa ispirazione, dalla musica classica fino alla psichedelia del rock e dei suoi paladini, senza dimenticare alcuni tra gli interpreti più importanti della musica italiana”.

Alla presentazione divulgativa seguirà, sull’onda delle emozioni suscitate dall’esposizione di brani musicali, l’osservazione guidata del cielo stellato a occhio nudo e con il telescopio della cupola dell’Osservatorio. “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico interesse ed entusiasmo”, sottolinea il Presidente dell’ATA Luca Orrù.

L’Astroinocontro del 6 aprile, in cui la musica e l’astronomia si fonderanno insieme, regalerà quindi al pubblico un’esperienza indimenticabile e lascerà il posto nei venerdì successivi ad altri emozionanti e imperdibili eventi. In programma serate denominate “Stelle e Scienza” a cura di ricercatori, dedicate all’approfondimento di temi attuali di grande rilevanza scientifica, serate “Stelle astrofile” su argomenti legati alla passione astrofila e serate “Stelle in famiglia” a misura di bambino, per avvicinare i più piccoli alla conoscenza del cielo.


Per ulteriori informazioni e per prenotare consultare il link:  http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *