All’Osservatorio Fuligni l’evento per sensibilizzare sul tema dell’inquinamento luminoso

Venerdì 13 aprile alle ore 21:00 presso l’Osservatorio astronomico “Franco Fuligni” di Rocca di Papa si terrà l’Astroincontro “Quando l’uomo spegne le stelle: i danni dell’Inquinamento luminoso”. A organizzarlo l’Associazione Tuscolana di Astronomia “Livio Gratton” (ATA), attivamente impegnata da oltre 20 anni nel campo della diffusione della cultura scientifica e della lotta all’inquinamento luminoso.

Ad aprire l’evento scientifico sarà una presentazione divulgativa a cura del Dott. Giorgio Viavattene, fisico, dottorando in Astronomy, Astrophysics and Space Science all’Università di Roma Tor Vergata e membro del gruppo di ricerca in Fisica solare. Verranno chiariti i molteplici effetti dannosi di questa forma di inquinamento a carico dell’uomo e dell’ambiente e gli accorgimenti per contrastarlo, nonché i principali riferimenti normativi in materia, sottolineando l’instancabile impegno dell’ATA per un uso responsabile e corretto della luce artificiale. Alla presentazione seguirà l’osservazione guidata del cielo notturno a occhio nudo e con il telescopio della cupola dell’Osservatorio. “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico interesse ed entusiasmo”, sottolinea il Presidente dell’ATA Luca Orrù.

Tanti e interessanti gli oggetti celesti visibili nel mese di aprile, come sostiene l’Unione Astrofili Italiani (UAI). Possiamo finalmente osservare Venere, il pianeta più luminoso, nel cielo serale in condizioni ideali. Alla fine di aprile tramonterà quasi due ore e mezza dopo il Sole, avremo quindi tutto il tempo per ammirare il suo splendore nel crepuscolo serale. Protagonista del cielo serale anche Giove, che anticipa sempre più l’orario del suo sorgere diventando a fine mese osservabile per quasi tutta la notte. Per quanto riguarda le costellazioni, nelle prime ore dopo il tramonto possiamo ancora ammirare quelle che hanno dominato il cielo nei mesi precedenti: Orione, il Toro, i Gemelli, l’Auriga. Nel contempo, nel cielo orientale, si cominciano a scorgere gli astri che saranno protagonisti della stagione estiva. Nel cielo meridionale vedremo invece in successione la debole costellazione del Cancro, il Leone e infine la Vergine.

All’Astroincontro del 13 aprile, che regalerà quindi al pubblico grandi emozioni, seguiranno tanti altri eventi dedicati ad altre appassionanti tematiche astronomiche. Venerdì 20 aprile sarà la volta dell’Astroinocntro sull’intrigante concetto di “Serendipity”: l’accidentalità della scoperta insita nella ricerca scientifica. A fine mese si parlerà invece della nostra speciale compagna di viaggio: la Luna. L’appuntamento è, come sempre, il venerdì sera all’Osservatorio “Fuligni”.


Per ulteriori informazioni e per prenotare consultare il link:  http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-allosservatorio-astronomico-fuligni/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *