Al Parco astronomico di Rocca di Papa occhi puntati sui “giganti” del Sistema Solare

È arrivato il momento migliore dell’anno per osservare i “giganti” del Sistema Solare: Giove e l’affascinante Saturno. Per l’occasione l’Associazione Tuscolana di Astronomia APS (ATA) organizza presso il Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa lo speciale evento “Notte dei giganti” dedicato alla loro scoperta e alla loro osservazione. L’evento, in programma venerdì 12 luglio, si inserisce nell’ambito dell’omonima iniziativa nazionale promossa dall’Unione Astrofili Italiani (UAI).

Quest’anno i due “giganti” offriranno uno spettacolo imperdibile: con Saturno, anche noto come “Signore degli anelli”, in prossimità dell’opposizione e Giove in congiunzione con la Luna, come ci spiega l’UAI. In particolare, Giove è il corpo celeste più luminoso ed è inconfondibile nella costellazione dell’Ofiuco, dove rimane per tutto il mese, spostandosi lentamente con moto retrogrado, affiancato dalla rossa stella Antares, nello Scorpione. Saturno si trova invece ancora nella costellazione del Sagittario. 

In occasione dello speciale evento del 12 luglio sarà possibile approfondire la conoscenza dei due “giganti” del Sistema Solare e soprattutto le loro caratteristiche orbitali, fisiche e strutturali, nonché la storia della loro esplorazione eseguita con sonde spaziali, che ci hanno regalato immagini mozzafiato e spettacolari. Previsti due spettacoli di grande impatto emozionale nel nuovo Planetario, formidabile strumento di simulazione del cielo, alle ore 21:00 e alle ore 22:00 e, a seguire, l’osservazione di Giove e Saturno e di tutti gli oggetti celesti visibili a occhio nudo e al telescopio sotto la guida degli esperti operatori dell’Associazione. Verranno inoltre mostrate e commentate in sala conferenze le immagini dei due pianeti, riprese in tempo reale da un telescopio posto nel giardino astronomico.

Tra gli oggetti celesti visibili c’è anche Marte, che si accinge però a lasciare il cielo serale, sempre più basso sul cielo occidentale. A dominare il cielo è il “triangolo estivo”, formato dalle tre stelle brillanti Vega, Altair e Deneb, che fanno parte delle costellazioni della Lira, Aquila e Cigno rispettivamente. Non particolarmente appariscente è la costellazione della Bilancia, mentre inconfondibile è la sagoma dello Scorpione con al centro la rossa Antares.  A sud – est possiamo riconoscere il Sagittario, la cui posizione ci indica la direzione del centro della Via Lattea, la nostra Galassia. Allontanandoci dall’eclittica, alta nel cielo notiamo la stella che rivaleggia in luminosità con Vega: si tratta di Arturo, nella costellazione del Bootes.

La serata è al COMPLETO

Per ulteriori informazioni e per prenotare consultare il link:

http://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-parcoastronomicogratton/

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *