Marzo all’insegna della scienza al parco astronomico di Rocca di Papa

Dopo gli emozionanti e partecipati Astroincontri di febbraio, proseguono al Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa (RM) nel mese di marzo gli appuntamenti con la scienza. Ben quattro eventi, in programma nei venerdì sera del mese, permetteranno al pubblico di adulti e bambini di immergersi nell’affascinante mondo dell’astronomia, di conoscere dalla viva voce degli esperti dell’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA) le meraviglie del cielo e di osservarle a occhio nudo e all’oculare del telescopio.

Si parte venerdì 4 marzo con l’astroincontro dedicato al perfetto connubio donne e astronomia. Fin dall’antichità il contributo delle donne in campo scientifico è stato molto rilevante. In occasione dell’evento, l’operatrice dell’ATA Maria Antonietta Guerrieri condurrà il pubblico in un viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta delle grandi donne astronome e dei loro importanti risultati scientifici. Venerdì 11 marzo è la volta dell’evento dedicato alla scoperta del cielo di marzo, con uno spettacolo dinamico e interattivo nel Planetario e osservazioni ai telescopi. Venerdì 18 marzo si parlerà invece della misura delle distanze e del tempo nel Cosmo. Alla conferenza di taglio divulgativo seguirà, come sempre, l’emozionante osservazione del cielo notturno ai telescopi. Venerdì 25 marzo torna l’astroincontro “Uniamo i puntini e scopriamo una costellazione” riservato alle famiglie, per conoscere sotto la cupola del Planetario, di sette metri di diametro, le affascinanti costellazioni del periodo.

Cosa ci riserva il cielo di marzo? E’ possibile osservare al telescopio Urano, basso sull’orizzonte occidentale, nel corso delle prime ore della sera, come ci spiegano gli esperti dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) nella rubrica online “Il cielo del mese” (link). Nei cieli del mattino splendono invece Venere, Marte e Saturno, protagonisti il 28 e 29 marzo di una spettacolare congiunzione nella costellazione del Capricorno. Per quanto riguarda le costellazioni, il cielo è ancora dominato dall’inconfondibile Orione, con le tre stelle allineate della cintura (Alnitak, Alnilam e Mintaka) e i luminosi astri Betelgeuse e Rigel. Nella stessa zona di cielo troviamo le costellazioni del Toro con la stella rossa Aldebaran, la costellazione dell’Auriga con la brillante stella Capella, i Gemelli con le stelle principali Castore e Polluce. A sinistra in basso rispetto a Orione, nella costellazione del Cane Maggiore, risplende Sirio, la stella più luminosa del cielo. Più alto sull’orizzonte rispetto a Sirio, poco al di sotto dei Gemelli, si può facilmente riconoscere un’altra stella luminosa, Procione, del Cane Minore. Nelle prime ore della notte fanno inoltre la loro apparizione, nel cielo orientale, le grandi costellazioni zodiacali del Leone e della Vergine. L’esperto Paolo Bacci dell’Unione Astrofili Italiani propone l’osservazione di due asteroidi alla portata di piccoli telescopi: (11) Parthenope, visibile nella costellazione del Cancro e (22) Kalliope, nella costellazione dell’Auriga.

Nel mese di marzo al Parco astronomico di Rocca di Papa le occasioni per godersi lo spettacolo del cielo stellato, sotto la guida di esperti, saranno quindi numerose. “Tante attività sono sicuramente un impegno – sostiene il Presidente dell’ATA Luca Orrù – ma un impegno che non ci spaventa di sicuro e che facciamo più che volentieri, del resto la vocazione divulgativa è quella che da sempre caratterizza la nostra Associazione, come recita il nostro motto: L’universo è una grande passione: scoprila con noi! Il Parco astronomico Livio Gratton e l’Associazione Tuscolana di Astronomia vi aspettano quindi per condividere tutti insieme questa grande passione”.

⇒Per ulteriori informazioni e per prenotare consultare il link: https://lnx.ataonweb.it/wp/astrofili/astroincontri-parcoastronomicogratton/

Crediti foto: Franco Silvestrini, socio operativo dell’ATA

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.