Star Party ATA 2022, tra stelle, monti e amicizia astrofila

Si è chiusa un’altra bella ed emozionante edizione dell’ormai ultraventennale tradizione degli “Star Party ATA”, iniziata alla fine degli anni ’90 con i “campi astronomici tendati” in varie località dell’Abruzzo, proseguita con la lunga e proficua frequentazione di Campo Catino e dell’Hotel Eden e infine, a partire dal 2020, tornato in Abruzzo a Campo Felice, ospiti del Rifugio-Albergo Alantino, ottimamente gestito dai fratelli Sponta, una istituzione ormai per questa bellissima (e frequentatissima) zona d’Abruzzo.
 

Crediti foto: Alessio Scudieri

Il “bottino” dei numerosi Astrofotografi presenti anche quest’anno è stato ricchissimo, a giudicare dalle foto che circolano su liste private e canali social (noi ve ne proponiamo una piccola selezione), con due nottate quasi perfette – a esclusione di un paio d’ore di nubi passeggere il sabato. Ma anche i (pochi) visualisti si sono dati da fare, con il grande Dobson da 40 cm del nostro Giuseppe Bongiorni a fare da “calamita naturale” per partecipanti e avventori, in totale più di 50 per oltre 30 strumenti schierati nel prato antistante il Rifugio.
 
Il programma di attività collaterali ha visto due sessioni molto partecipate sulla Ricerca amatoriale (condotte da Angelo Tomassini e Maurizio Scardella) e sull’Astrofotografia (condotta da Mauro Ghiri). 
Altrettanto successo ha riscosso l’escursione al Rifugio Sebastiani, con 20 partecipanti poi suddivisi in “sottogruppi” in funzione dell’allenamento e della… “propensione alla fatica”! Un plauso al gruppetto degli indomiti 6 che hanno seguito il Presidente-Montanaro in tutto il percorso ad anello di circa 13 km e 800 m di dislivello sulle creste della Cimata di Pezza… molto panoramiche, in una giornata dal caldo veramente eccezionale (purtroppo, lo stesso week-end della tragedia della Marmolada).
 

Crediti foto: Teresa Funi

Nel tardo pomeriggio, lo storico e affidabile partner dell’ATA “M42 Scienza & Natura” – condotto dal socio e amico Enrico Ventura – ha presentato le novità commerciali più interessanti in ambito di attrezzature astronomiche, tra le quali la più interessante è stata sicuramente la prova sul campo del nuovo telescopio “Unistellar”, che preannuncia una rivoluzione nell’accessibilità all’osservazione diretta degli oggetti astronomici entry level e sotto cieli anche affetti da inquinamento luminoso, grazie all’integrazione tra ottica, CCD e uso degli smartphone.
 
Graditissima anche la conoscenza, a sorpresa, del campione paralimpico di ciclismo Luca Mazzone, che ci ha concesso anche l’onore di posare insieme a noi nella foto di gruppo!
Come sempre è stata soprattutto un’esperienza di amicizia astrofila, anche al di là della nostra Associazione: molti infatti gli astrofili romani non iscritti all’ATA e anche da fuori regione, a esempio gli amici della Unione Astrofili Napoletani, che ormai da qualche anno frequentano lo Star Party con nostro grande piacere!
 
Ed è già attesa per l’anno prossimo… o forse per il mese prossimo: abbiamo infatti in mente, viste le numerose richieste in tal senso, di fare un “bis”, magari in formato ridotto, anche per il mese di agosto. Vi terremo informati, ma nel frattempo auguriamo a tutti una bella estate di Cieli Stellati (e magari meno torrida)!!
 
Luca Orrù, Presidente dell’Associazione Tuscolana di Astronomia
 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.