Bambini alla scoperta del cosmo al Parco astronomico di Rocca di Papa

L’astronomia è a misura di bambino al Parco astronomico “Livio Gratton” di Rocca di Papa. Venerdì 21 febbraio i più piccoli potranno scoprire le meraviglie del cielo sotto la cupola del planetario e ai telescopi, come dei veri astronomi, con gli esperti dell’Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), attivamente impegnata da oltre 20 anni nella diffusione della cultura scientifica.

Ad aprire l’evento sarà uno spettacolo dinamico e interattivo nel planetario fisso del Parco astronomico, formidabile strumento di simulazione del cielo. Sotto la cupola di 7 metri di diametro, l’esperto  operatore dell’Associazione Fabio Fedeli condurrà i bambini in un appassionante viaggio alla scoperta delle meraviglie del cielo di febbraio. L’uso di foto astronomiche spettacolari e di video immersivi renderà l’esperienza di visita del planetario di grande impatto emozionale.

Al termine dello spettacolo l’esplorazione del cielo proseguirà nel giardino astronomico, dove i bambini potranno osservare a occhio nudo e al telescopio, sotto la guida degli operatori dell’Associazione Paolo Crescenzi e Antonio Apolloni, tutti gli oggetti celesti illustrati nel planetario. “Osservare il cielo, i pianeti e le costellazioni, anche attraverso telescopi che permettono di coglierne dettagli altrimenti invisibili sotto la guida di esperti è una grande opportunità che suscita sempre nel pubblico grande interesse ed entusiasmo”, dichiara il Presidente dell’Associazione Luca Orrù.

Cosa sarà possibile osservare? Venere è l’astro più luminoso della volta celeste nel corso delle prime ore della notte – come riporta la rubrica “Il cielo del mese” dell’Unione Astrofili Italiani (UAI). Osservabili, ma solo per un breve intervallo di tempo al calare dell’oscurità, ancheUrano e Nettuno.

Per quanto riguarda invece le costellazioni, il cielo è ancora dominato dalle grandi costellazioni invernali. Protagonista del cielo in direzione meridionale è sempre Orione, con le tre stelle allineate della cintura (da sinistra: Alnitak, Alnilam e Mintaka) e i luminosi astri Betelgeuse  (rossa) e Rigel (azzurra). Più in alto troviamo ancora le costellazioni del Toro con la rossa Aldebaran, la costellazione dell’Auriga con la brillante stella Capella, i Gemelli con le stelle principali Castore e Polluce. A sinistra in basso rispetto a Orione, il grande cacciatore, nella costellazione del Cane Maggiore brilla Sirio, la stella più luminosa del cielo. Ancora più in alto, verso sinistra, la raffigurazione della caccia è completata dal Cane Minore, dove risplende Procione. Verso ovest, nelle prime ore della sera, c’è ancora tempo per veder tramontare le costellazioni autunnali di Andromeda, del Triangolo, dei Pesci e dell’Ariete.

L’AstroIncontro di venerdì 13 marzo è stato ANNULLATO.

A seguito della pubblicazione delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19 (DPCM del 4.3.2020), le attività pubbliche previste presso il Parco Astronomico “Livio Gratton” sono annullate, fino al 15 Marzo 2020 incluso.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *