Osservazione dell’occultazione della stella UCAC4 419-096262 da parte del TNO 2002MS4 (307261)

Ieri notte, 8 Agosto 2020, tra le ore 20:38 e 20:48 UTC ho registrato l’occultazione asteroidale della stella UCAC4 419-096262 da parte del TNO2002MS4 (307261). La stella è di mag. 14.7, ma nel rosso la sua magnitudine sale fino a 11.3. Il pianetino, un Trans Neptunian Object (TNO), era invece di magnitudine prevista 20.4, per cui la caduta di luce era di circa 6 magnitudini (anche di più nel rosso). La campagna di osservazione, sponsorizzata dal gruppo di ricercatori francesi del LESIA (https://lesia.obspm.fr/lucky-star/occ.php?p=39844) ha visto la partecipazione di oltre 50 osservatori distribuiti su tutta l’Europa e coordinatesi tramite il software OccultWatcher di Hristo Pavlov.

Ho utilizzato un telescopio Celestron 11 EdgeHd portato al rapporto focale f/7 con l’apposito riduttore e una camera QHY174MGPS Cooled che ha la caratteristica, fondamentale per questo tipo di osservazioni, di avere un ricevitore GPS incorporato il quale, una volta collegata un’antenna GPS esterna, fornisce immediatamente una marca temporale precisa, (circa a 10-6 s) su ogni singolo fotogramma ripreso.

La stellina era già stata individuata la sera prima con l’ausilio dei due planetari Guide 9 e Cart du Ciel. Immersa in un ricco campo di stella nella costellazione dello Scudo in prossimità dell’ammasso M11 che forniva anche un comodo riferimento per il puntamento automatico era facilmente visibile sullo schermo del computer. Il telescopio era montato su una equatoriale Linear della Avalon Instruments, più che dimensionata a sostenerlo.

Le prove del giorno prima mi hanno permesso di decidere i parametri della ripresa da eseguire con il software SharpCap Pro: alla fine i principali sono stati i seguenti:

  • [QHY174M]
  • Output Format=AVI files (*.avi)
  • Binning=2×2
  • Capture Area=1600×1200
  • Colour Space=MONO8
  • Amp Noise Reduction=On
  • Frame Rate Limit=Maximum
  • Gain=360
  • Exposure=2000
  • Timestamp Frames=On
  • Temperature=-12,2
  • TimeStamp=2020-08-08T20:38:01.6952060Z
  • SharpCapVersion=3.2.6383.0

Come si vede ho iniziato le riprese alla 20:38 e le ho terminate alle 20:48.

La scomparsa della stella è avvenuta alle 20:43:08.53 +/-1.00s UTC e la ricomparsa alle 20:43:43.54 +/- 2.00s  UTC con una durata quindi di 36s +/- 1.8s, visto il tempo di integrazione scelto di 2s per ciascun fotogramma.

L’analisi col software Tangra, messo a disposizione dal solito Hristo Pavlov) ha permesso di determinare la cura di luce del fenomeno (la linea blu in figura) comparandola con tre stelle di riferimento (le altre linee colorate).

In allegato una schermata del campo ripreso dalla camera, due del campo simulato con Cart du Ciel e la curva di luce risultante dall’analisi con Tangra.

Claudio Costa

 

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *